menu back
  • FOLLOW US
  • -
  • -
  • -
Sto caricando...

Dicembre 2019

Dicembre 2019

Dicembre 2019

l’arabesque inaugura venerdì 6 dicembre alle 17:30,   “L’ARABESQUE PER VENEZIA”, una vendita esclusiva di borse vintage di Roberta di Camerino, storica griffe fondata a Venezia nell’immediato dopoguerra.
Alberto Cavalli, Direttore della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e curatore generale di “Homo Faber: Crafting a more human future”, progetto-evento che si tiene durante la Biennale di Architettura di Venezia e che intende valorizzare il meglio dei mestieri d’arte,  aprirà con uno speech questa serata speciale dedicata a Venezia, così duramente colpita dall’acqua alta di Novembre.
Il 50% del ricavato sarà devoluto alla Fondazione Giorgio Cini, che ha subito importanti danni, un sostegno concreto per consentirle di proseguire nelle sue importanti attività culturali e per proteggere l’inestimabile scrigno di tesori letterari, artistici, musicali e archivistici che custodisce sull’isola di San Giorgio Maggiore.
Negli anni ’50 le borsette Roberta di Camerino erano le più belle e costose del mondo. Nel 1956 Giuliana Camerino vinse il prestigioso Neiman Marcus Award, l’oscar della moda vinto lo stesso anno da due personalità straordinarie del mondo della moda: Cecil Beaton e Marie Louise Basquiat, “Madame Paris”, reporter di Harper’s Bazaar.
Vendita Esclusiva a l’arabesque di Largo Augusto 10 – dal 6 al 31 dicembre, tutti i giorni dalle 10:30 alle 19:00.

 

Novembre 2019

Flâneries Milanesi

Milano è la città che svela le sue gemme nascoste solo a chi è disposto a impegnarsi nella ricerca di un tesoro che è sempre stato davanti ai propri occhi distratti. Manuela Alessandra Filippi alza il velo e ci accompagna per osservare, curiosare, scoprire le opere frutto della Storia e la Storia che a sua volta si è iscritta a Milano nei suoi Palazzi, nei giardini e nei parchi, nelle sue acque e nei suoi sotterranei, nelle cupole che scrutano il cielo, e, soprattutto nelle sue pietre.

MILANO NASCOSTA non è una guida, non prevede fotografie storiche, non include alcuna mappa.  Non è quindi un libro per il turista per caso. Ma allora, che cos’è MILANO NASCOSTA? Dopo esserci lasciati guidare da Manuela Alessandra Filippi per le vie conosciute ma mai veramente “viste” della città, possiamo dire che quest’opera è un’intensa ed emozionante narrazione destinata innanzitutto a noi Milanesi distratti e indaffarati. Ma non solo.

A evocare il cuore, gli angoli nascosti della città ci sono delle bellissime illustrazioni che accompagnano i racconti e le storie di alcuni dei luoghi meno noti della città. Il libro è un invito a conoscere meglio Milano, con modalità diverse da quelle che si è abituati a seguire quando si programma un viaggio. Non è un giro turistico per i quartieri della città, ma una passeggiata curiosa, una flâneriemilanese attraversola città romana, la città della fede e quella del bene, la Milano dei palazzi e delle meraviglie, la città borghese e delle torri, quella dell’acqua e la città verde, e, per concludere, la città della memoria.  Non si segue un percorso scontato ma il lettore costruisce un suo tragitto unico e personale che viene “illuminato” da piccole indicazioni, che l’autrice, come le briciole di Pollicino, distribuisce tra i capitoli lasciando che sia il cuore di chi legge a segnare la prossima tappa da conoscere. L’autrice consiglia di uscire dallo schema a cui si è abituati, di leggere un libro dall’inizio alla fine, per abbracciare un nuovo modo di leggere che questo libro consente e cioè di iniziare dal primo e dall’ultimo capitolo per poi abbandonarsi ad un percorso spontaneo e personale che guidi il lettore da un racconto ad un altro senza un ordine preciso. Un invito importante per poter vivere un’esperienza narrativa potente che non può che lasciare nel lettore un forte desiderio di ritagliarsi del tempo per visitare la propria città, la propria casa, con spirito rinnovato, abbandonandosi alla sorpresa, alla bellezza e alla conoscenza.

Tanti gli esperti che hanno contribuito a completare il progetto dell’autrice, fra loro, l’architetto Edoardo Guazzoni, che tra i tanti progetti realizzati, ha firmato il restauro del Teatro Gerolamo e che presenterà il libro insieme a Manuela Alessandra Filippi.

Violetta Meroni

L’arabesque La Librairie

Presentazione in Anteprima

LUNEDI’ 18 NOVEMBRE

ALLE ORE 18:30

 

L’ARABESQUE LA LIBRAIRIE

LARGO AUGUSTO ANGOLO VIA FRANCESCO SFORZA  – MILANO

TEL. 02 781104 – lalibrairie@larabesque.net

Novembre 2019

Ottobre 2019

Luglio 2019